PROGETTO DI VILLA BIFAMILIARE

Descrizione Progetti

L'idea progettuale è la ricerca di equilibro nelle proporzione di questa villa bifamiliare concepita con volumi semplici e puri. Massima sostenibilità ed efficienza ambientale grazie all'impiego di impianti e macchine ad alte prestazioni energetiche, con pompe di calore e pannelli fotovoltaici per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Alto risparmio energetico ad impatto ambientale ridotto a zero. Appartamenti disposti su tre livelli, completi di garage e lastrico solare, messi in relazione da un vano scala con ascensore per rispondere alle normative sull'abbattimento delle barriere architettoniche. Le unità immobiliari sono completate da un giardino esterno di proprietà esclusiva.

Premessa Progettuale

L'inserimento del nuovo edificio all'interno di un tessuto edilizio ormai consolidato è stato trattato con coscienza e spregiudicatezza, utilizzando forme semplici che richiamassero quelle già esistenti, ma con la volontà di dare al progetto un'immagine volumetrica scultorea, uscendo dagli schemi distributivi presenti e lavorando sull'identificazione chiara dei volumi e delle loro rispondenze in pianta. La forma dell'edificio è ottenuta attraverso la lavorazione di tre volumi prismatici: due laterali e uno centrale. L'articolazione dei volumi nasce dalla volontà di relazionare gli spazi interni con il giardino pertinenziale, per questo si sfalsano in pianta e sezione creando porticati, logge o terrazze che con i diversi effetti della luce solare mettendo in relazione il sotto e il sopra, il dentro e il fuori, l’aperto e il chiuso. Il lastrico solare costituisce l'aspetto innovativo principale del progetto rispetto alle costruzioni esistenti, questo fa proprie le suggestioni di carattere ambientale godendo di scorci visivi inaspettati verso l'edificato e verso la campagna, e di relax e riservatezza, garantendo un benessere abitativo ed un comfort del tutto nuovi.

Area di Intervento

L'area d'intervento è costituita da un lotto di completamento che fa parte di un èpiano di lottizzazione che risale agli anni a cavallo del 2010. Il tessuto urbano dell'area d'intervento è caratterizzato quindi da pre esistenze frutto di interventi cooordinati tra loro da un Piano Attuativo che ha prodotto un linguaggio architettonico lineare, omogeneo ma di modesta qualità architettonica. Il lotto d'intervento si configura come l'ultima espansione dell'abitato verso est, quindi verso il mare l'edificio in progetto si affaccia su una vasta area agricola che costituisce un elemtno cardine del contesto paesaggistico.